fiondiamoci in Svizzera!!! (Insegnamento Lingua Italiana)

Inviato da matiroska, mercoledì, maggio 12, 2010, 17:25 (5132 giorni fa)

Penuria di insegnanti minaccia la Svizzera

Didascalia: Un terzo degli insegnanti svizzeri andrà in pensione nei prossimi cinque-dieci anni. In molte regioni, si lamenta la mancanza di nuove leve. (swissinfo)Altri sviluppi
26.10.2005
La scuola e i suoi 26 ministri dell'educazione
26.11.2008
Armonizzazione scolastica al banco di prova
04.02.2010
L'educazione per tutti minacciata dalla crisi economica
Gli insegnanti svizzeri trascorrono molte più ore di fronte alla classe rispetto ai colleghi europei. La mancanza di docenti preoccupa e impone delle contromisure. Considerazioni dal Rapporto sul sistema educativo svizzero 2010.


La Svizzera è il solo Paese dell’Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) che forma gli insegnanti in soli tre anni, invece dei quattro degli altri Stati. È inoltre il Paese dove i docenti hanno un orario settimanale che varia fra le 28 e le 32 lezioni, quando lo standard europeo è di 20-24 ore.

Sono confronti che i maestri elvetici conoscono molto bene e che fanno notare con fermezza alle autorità politiche. La figura dell’insegnante ha infatti da tempo perso il suo fascino e sono sempre meno i giovani docenti. Così, vari cantoni svizzeri sono corsi ai ripari trovando delle soluzioni di ripiego e impiegando persone senza una formazione pedagogica specifica.

«La penuria colpisce in maniera particolare le classi più difficili da gestire, gli adolescenti del livello secondario I (dal settimo al nono anno si scuola), e le materie scientifiche – spiega Anton Strittmatter, responsabile del centro studi pedagogici dell’Associazione mantello degli insegnanti svizzeri (LCH) – e il fatto che un numero sempre minore di maschi scelga questa professione non fa che aggravare la situazione».

Secondo il Rapporto sul sistema educativo svizzero 2010, presentato ad inizio febbraio, i docenti senza le qualifiche richieste per insegnare nel loro specifico livello variano fra meno dell’un percento nel canton Giura e circa il 16 percento nel canton Lucerna.

Un terzo andrà presto in pensione
«Nei prossimi cinque-dieci anni, un terzo degli insegnanti svizzeri andrà in pensione. Ma questo problema non tocca tutte le regioni nella stessa misura: maggiormente colpita sarà la parte germanofona della Svizzera», precisa Georges Pasquier, presidente del Sindacato degli insegnanti romandi (SER).

Le ragioni di queste differenze sono diverse. La richiesta di insegnanti è infatti dettata da numerosi fattori fra cui l’introduzione di nuovi corsi, la riduzione del numero di allievi per classe o la diversa situazione del mercato del lavoro. Non va inoltre dimenticata l’evoluzione demografica, diversa da regione a regione e da città a città.

Beat Zemp, presidente dell’LCH, è preoccupato. Malgrado abbia notato alcuni sviluppi positivi nel corso dell’ultima assemblea della Conferenza dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) ha l’impressione comunque che «certi responsabili cantonali non abbiano ancora afferrato la gravità della situazione».

Nuova formazione
Critica che Heinz Rhyn, responsabile della coordinazione per lo sviluppo della qualità in seno al CDPE, rimanda al mittente: «Prendiamo sul serio il problema e la penuria di insegnanti, soprattutto nel livello secondario I, desta grande preoccupazione anche fra i direttori cantonali».

L’istruzione è una prerogativa dei singoli cantoni e i problemi variano da regione a regione e la CDPE non può intervenire con campagne nazionali di reclutamento.

«Le nostre competenze – spiega Hans Rhyn – ci permettono però di elaborare una normativa affinché un maestro di scuola elementare possa insegnare nel livello secondario I».

L’Alta scuola pedagogica di Zurigo sta già intraprendendo i passi necessari perché ciò sia possibile, idea che dovrebbe essere attuata anche altrove, sostiene il CDPE.

Modello da reinventare
Secondo Anton Strittmatter, si devono operare delle riforme ancora più radicali e profonde per accrescere l’attrattiva della professione di insegnante. «I salari non sono più concorrenziali per dei giovani che fanno delle scelte seguendo anche dei criteri economici».

D’altra parte, anche la formazione viene considerata non all’altezza delle attese. «È deplorevole – afferma Georges Pasquier – ma la CDPE non vuole offrire una formazione più lunga degli attuali tre anni». Soltanto il canton Ginevra, per ora, forma gli insegnanti di scuola secondaria in quattro anni.

«Da tempo, chiediamo, inoltre, l’introduzione di una formazione a livello di master nelle Alte scuole pedagogiche, scuole che dovrebbero diventare dei veri e propri istituti di formazione terziaria. In Finlandia, Paese che consegue da sempre risultati eccellenti negli studi Pisa, tutti gli insegnanti, anche quelli di scuola dell’infanzia, devono ottenere un master».

«Credo soprattutto – conclude il presidente del Sindacato degli insegnanti di lingua francese – che stiamo mettendo delle pezze al modello di base, quello del 19esimo secolo che prevedeva un insegnante per una classe. Questo modello intendeva creare un’élite. Il sistema resta selettivo, ma dovremmo fare in modo che i bambini non rimangano per strada…».

Ariane Gigon, Zurigo, swissinfo.ch
(traduzione e adattamento dal francese, Luca Beti)

fiondiamoci in Svizzera!!!

Inviato da Daniela1, mercoledì, maggio 12, 2010, 18:18 (5132 giorni fa) @ matiroska

Certo, è un'alternativa per chi vorrebbe insegnare e non riesce a farlo in Italia a causa degli attuali tagli, ma forse non è tutto oro ciò che luccica.

Fare 28-32 ore di lezione settimanali, magari in classi di ragazzi maleducati e viziati, è una cosa che non riesco neppure a immaginarmi. D'altra parte se nessuno vuole più fare l'insegnante, un motivo ci sarà...

Io ne faccio 18, in classi di ragazzi mediamente problematici dal punto di vista disciplinare, non ho grossi problemi di gestione della classe, tuttavia a fine settimana non mi sento proprio fresca come una rosa.
Per non contare poi il lavoro di preparazione di lezioni e verifiche e la correzione di queste ultime che mi richiedono in media altre 3 ore nel pomeriggio. Poi ci sono consigli di classe ordinari e straordinari, colloqui con psicologi e specialisti, con gli alunni problematici e i genitori, riunioni di materia, progetti, commissioni, riunioni collegiali ecc..

A meno che non si lavori anche il fine settimana, non credo sia possibile, anche per un insegnante esperto, gestire 30 ore settimanali di lezione con tutti gli impegni che ne conseguono. Ma, dopo mesi, o anni, di lavoro non-stop, che qualità d'insegnamento può dare un docente>

fiondiamoci in Svizzera!!!

Inviato da josh, mercoledì, maggio 12, 2010, 19:44 (5132 giorni fa) @ Daniela1

detta cosi, 28-32 ore, vi puo sembrare molto, in realta non lo e' affatto, perche le ore "pedagogiche" nelle scuole svizzere sono di 45 minuti...quindi a conti fatti lavorano quasi quanto noi in italia, i vantaggi sono invece il fatto che spesso gli insegnanti si recano a scuola solo per due tre giorni a settimana, perche' la scuola finisce anche alle 15.50-16.00, e sono chiuse il sabato. inoltre gli stipendi non sono proprio comparabili, anche se il costo della vita in svizzera e' alto...se non sbaglio un insegnante a tempo pieno puo arrivare a 6000 euro...pero fate attenzione, nella mia brevissima esperienza in svizzera posso dirvi che normalmente nelle scuole sono pochi gli insegnanti assunti a "plein temps", la maggior parte lavora a "temps partiel" (che puo essere al 50% o piu o meno). aggiungete inoltre che gli insegnanti devono essere in grado di insegnare piu discipline, se vogliono essere sicuri di potersi mantenere facendo gli insegnanti, cosi ad es. spesso chi insena italiano puo insegnare oltre che le altre lingue (francese/inglese/tedesco, spagnolo) anche materie come storia dell'arte e musica...naturalmente se ne ha l'abilitazione. infine, ricordate, che essendo il francese l'italiano e il tedesco lingue nazionali, spesso il vostro livello di laureati italiani nelle lingue straniere e' relativamente "basso" (parlo del francese e del tedesco)

» Certo, è un'alternativa per chi vorrebbe insegnare e non riesce a farlo in
» Italia a causa degli attuali tagli, ma forse non è tutto oro ciò che
» luccica.
»
» Fare 28-32 ore di lezione settimanali, magari in classi di ragazzi
» maleducati e viziati, è una cosa che non riesco neppure a immaginarmi.
» D'altra parte se nessuno vuole più fare l'insegnante, un motivo ci
» sarà...
»
» Io ne faccio 18, in classi di ragazzi mediamente problematici dal punto di
» vista disciplinare, non ho grossi problemi di gestione della classe,
» tuttavia a fine settimana non mi sento proprio fresca come una rosa.
» Per non contare poi il lavoro di preparazione di lezioni e verifiche e la
» correzione di queste ultime che mi richiedono in media altre 3 ore nel
» pomeriggio. Poi ci sono consigli di classe ordinari e straordinari,
» colloqui con psicologi e specialisti, con gli alunni problematici e i
» genitori, riunioni di materia, progetti, commissioni, riunioni collegiali
» ecc..
»
» A meno che non si lavori anche il fine settimana, non credo sia possibile,
» anche per un insegnante esperto, gestire 30 ore settimanali di lezione con
» tutti gli impegni che ne conseguono. Ma, dopo mesi, o anni, di lavoro
» non-stop, che qualità d'insegnamento può dare un docente>

fiondiamoci in Svizzera!!!

Inviato da Daniela1, mercoledì, maggio 12, 2010, 23:12 (5132 giorni fa) @ josh

Ciao Josh, grazie per le info.
Ma questo vuol dire che è necessario avere più di una laurea per insegnare più discipline o è sufficiente avere una laurea per ottenere varie abilitazioni della stessa area (es. umanistica, scientifica, tecnica etc.)>

fiondiamoci in Svizzera!!!

Inviato da Maria^.^ @, giovedì, maggio 13, 2010, 08:36 (5131 giorni fa) @ Daniela1

ragazzi,

la prossima settimana sarò in svizzera dove vado in cerca di lavoro, ho due lauree ( Lingue e filosofia) a chi potrei rivolgermi per fare questo corso abilitante di tre anni per insegnare>

Inoltre ho anche il Ditals per insegnare italiano a stranieri.

Sarò nella zona di Zurigo Munchwilen qual'è l'ufficio di zona a cui posso rivolgermi>

Grazie mille

Maria

fiondiamoci in Svizzera!!!

Inviato da josh, giovedì, maggio 13, 2010, 08:56 (5131 giorni fa) @ Maria^.^

allora, in svizzera nella facolta' di lettere si possono (almeno fino a 5-6 anni fa, quando ci ero li, adesso non so se sia cambiato qualcosa anche da loro conla riforma di Bologna), studiare materie differenti come ad es. italiano e storia dell'arte, o inglese e un'altra materia.
Per quanto riguarda l'abilitazione, non so perche abbiano scritto 3 anni, quel che so e' che in genere dopo aver ottenuto la licence di 4 anni gli svizzeri che volevano diventare insegnanti, dovevano iscriversi ad una HEP, la scuola pedagogica, un po' simile alle nostre SSIS.
poi adesso non so cosa sia cambiato con precisione

» ragazzi,
»
» la prossima settimana sarò in svizzera dove vado in cerca di lavoro, ho
» due lauree ( Lingue e filosofia) a chi potrei rivolgermi per fare questo
» corso abilitante di tre anni per insegnare>
»
» Inoltre ho anche il Ditals per insegnare italiano a stranieri.
»
» Sarò nella zona di Zurigo Munchwilen qual'è l'ufficio di zona a cui posso
» rivolgermi>
»
» Grazie mille
»
» Maria

fiondiamoci in Svizzera!!!

Inviato da myrko1973, bergamo, lunedì, febbraio 06, 2012, 21:06 (4497 giorni fa) @ Maria^.^

Con due lauree non puoi scrivere "qual è" con l'apostrofo!!!!!!!!! non ti assumono più!

fiondiamoci in Svizzera!!!

Inviato da Giopallo ⌂ @, Verbania, sabato, giugno 06, 2015, 22:20 (3281 giorni fa) @ myrko1973

» Con due lauree non puoi scrivere "qual è" con l'apostrofo!!!!!!!!! non ti
» assumono più!

Ti sbagli!

http://www.mauriziopistone.it/testi/discussioni/gramm01_qual.html
...Gnurant!:-D

requisiti Zurigo

Inviato da SE, giovedì, maggio 13, 2010, 10:34 (5131 giorni fa) @ matiroska

Autorita competente:
Bildungsdirektion des Kantons Zürich
Walcheplatz 2
Postfach
8090 Zürich


Per vedere i requisiti (variano da Cantone acantone) che servono:

http://www.bcct.ca/Teacher/InternationalCountrySpecInfo.aspx>xmlfilename=switzerland...

requisiti Zurigo

Inviato da faith, giovedì, maggio 13, 2010, 11:04 (5131 giorni fa) @ SE

» Autorita competente:
» Bildungsdirektion des Kantons Zürich
» Walcheplatz 2
» Postfach
» 8090 Zürich
»
»
» Per vedere i requisiti (variano da Cantone acantone) che servono:
»
» http://www.bcct.ca/Teacher/InternationalCountrySpecInfo.aspx>xmlfilename=switzerland...


Ciao ma vorrei capire se una persona non ha l'abilitazione e vorrebbe insegnare esistono le graduatorie come da noi> e come posso fare domanda>ad esempio a me interesserebbe la svizzera tedesca visto che ho letto un articolo dove si dice che lo spagnolo sta prendendo piede a discapito dell'italiano nelle scuole secondarie..

requisiti Zurigo

Inviato da matrioska, giovedì, maggio 13, 2010, 11:36 (5131 giorni fa) @ faith

per quanto mi riguarda, io mi sono informata solo per il Canton Ticino. Da quello che mi hanno spegato le autorità competenti funziona così:

1. prendi l'abilitazione per le Scuole Medie o Medie Suepriori (rispettivamente in 2 e 1 anno)

2. L'ultimo anno d'abilitazzio, ossia il primo anno per abilitandi per SMS, si svolge un concorso (volto però soprattutto ad accertare le tue motivazioni), superato il quale stipuli già un contratto d'insegnamento per l'anno scolastico successivo che poi, se va bene, verrà rinnovato fino all'entrata in ruolo.

L'oario di lavoro dipende dal Cantone. Però ho letto il loro calendario scolastico e, ad esempio, hammo più giorni festivi. Immagino che la cosa si requilibri. Io ho intensione di abilitarmi (se mi accettano, ovviamente) in Inglese e Tedesco.

Sicuramente la Svizzera non sarà il paese della Cuccagna...Il problema è che qui in Italia non ci sono sbocchi in questo settore.

Buona fortuna a tutti!

Matrioska

requisiti Zurigo

Inviato da franco, giovedì, maggio 13, 2010, 12:08 (5131 giorni fa) @ matrioska

in bocca al lupo per chiunque intraprenda una attività all'estero.
Un solo consiglio, valido per tutti e per ogni Stato: valutate bene i costi di vita e non solo lo stipendio alto. Nella zona di Zurigo i costi sono i più alti della svizzera, ad es.un bancario che a Milano prende 35mila euro(circa la cifra che danno ad una commessa di un negozio di Mendrisio), a Lugano ne prende a parità 50mila, a Zurigo 70mila. Nessuno regala nulla, il motivo è anche la considerazione dei costi per vivere nelle varie zone svizzere (affitti, cibo, assicurazione sanitaria obbligatoria, pagamento anche dei consulti telefonici del medico, ecc). Le tasse sono mediamente più basse, in genere attorno al 10% (in Italia le tasse sul lavoro sono circa il 35%), ma dove lo Stato incassa meno, il cittadino deve pagare una serie di servizi che in paesi a welfare avanzato (Italia, Francia, Scandinavia) sono pressocchè gratuiti.
Quindi il mio consiglio è di valutare bene anche questi aspetti quando cambiate Stato, specie se il cambio è definitivo.
Potete chiedere info sul sito italiansonline.net o cercare su internet sui siti ufficiali in merito al sistema di ogni singola nazione.
buona fortuna!

insegnamento in svizzera

Inviato da Annalisa Ceccarelli, giovedì, maggio 13, 2010, 16:35 (5131 giorni fa) @ franco

Ciao a tutti,
io sto facendo l'HEP in Svizzera (l'equivalente della SISS) nel cantone di Neuchatel. In Italia ho preso una laurea in inglese e francese e un master in insegnamento dell'italiano lingua straniera. Ho chiesto l'equivalenza dei titoli e sono stata ammessa all'HEP per formarmi come insegnante di italiano e inglese (non posso insegnare francese visto che abito in un cantone francofono)
Ho scelto la Svizzera perchè:
1) in Italia, come ben sapete, al momento è tutto bloccato e sinceramente non avevo voglia di perdere il mio tempo aspettando che qualcosa forse, un giorno, si sblocchi.
2) Avevo già avuto esperienze di insegnamento in Svizzera (come assistente e supplente) e mi ero resa conto della qualità di vita degli insegnanti (stipendi adeguati al lavoro, strutture scolastiche efficienti, forte importanza data all'apprendimento delle lingue straniere. Sinceramente, parlo della mia esperienza ma forse sono stata fortunata, in due anni di supplenze nelle scuole svizzere, non ho incontrato troppi problemi di disciplina. Mi sembra che in generale l'insegnante goda ancora di un certo rispetto da parte degli alunni.)
3) l'orario completo degli insegnanti è di 28 ore (nel cantone di Neuchatel) ma si puo scegliere di farne meno. (io non ne ho mai fatte piu' di 16 e comunque, a livello di salario, si vive bene comunque. E' vero che la vita in Svizzera è piu' cara rispetto all'Italia, ma sinceramente gli stipendi garantiscono un buon livello di vita)
In Svizzera non esistono graduatorie. I posti disponibili vengono messi in concorso (su vari siti internet o sui giornali locali) e ci si candida. Per essere assunti occorre superare un colloquio con il direttore e, spesso, essere osservati durante una o piu' lezioni. Per alcune materie è piuttosto facile trovare un lavoro (c'è penuria di insegnanti di inglese, tedesco, e materie scientifiche), per altre la situazione è un po bloccata (l'italiano per esempio, non ci sono abbastanza classi o la storia, ci sono molti insegnanti).
Un altro "dettaglio": se siete interessati ad insegnare una lingua straniera, è necessario avere un alto livello di conoscenza della lingua (C1/C2).Siccome è il direttore ad assumere il personale, se considera che il livello della conoscenza della materia che insegnate non è adeguato, fa presto a licenziarvi.
vi lascio il link dell'HEP che sto facendo.
www.hep-bejune.ch
Dura 2 anni, non si ricevono soldi, quindi occorre avere delle riserve oppure trovare dei lavoretti per auto-finanziarsi. Se avete altre domande, non esitate a chiedermi

Ciao et bon courage!

insegnamento in svizzera

Inviato da maria ^.^ @, giovedì, maggio 13, 2010, 17:16 (5131 giorni fa) @ Annalisa Ceccarelli

hei mi sembra ottimo,

a chi potrei rivolgermi per fare qualcosa del genere>

magari se mi dai una mail privata o un contato tel potresti darmi maggiori info.

Farlo anche a Neuchatel non sarebbe male.

Lo trovo davvero interessante!

ti do la mail privata in caso chiatreddu@libero.it su cui se puoi potrai spiegarmi i dettagli. magari darmi un tuo recapito cosi potrei chiamarti.

grazie mille ^.^

maria ^.^ per annalisa

Inviato da maria^.^ @, giovedì, maggio 13, 2010, 17:22 (5131 giorni fa) @ Annalisa Ceccarelli

scusami annalisa, ti ho inviato un mess ma rileggendolo non avevo specificato i destinatari ovvero tu!

chiatreddu@libero.it

maria ^.^ per annalisa

Inviato da matrioska, giovedì, maggio 13, 2010, 21:26 (5131 giorni fa) @ maria^.^

Grazie Annalisa,

per averci dato delle informazioni tanto illuminanti. io ho tante perplessità, ma sentire che ci sono delle persone contente di aver fatto questa scelta (che non dico sia facile) mi rincuora molto....
Ora spero di poter intraprendere anche io il mio cammino in Ticino.
Ovviamente, poi sarò disponibile per qualsiasi informazione vogliate chiedermi.
Un grande in bocca al lupo a noi tutti!!!!

:))))

Matrioska

maria ^.^ per annalisa

Inviato da x matrioska @, venerdì, maggio 14, 2010, 08:35 (5130 giorni fa) @ matrioska

matrioska,

tu vai in ticino a fare la stessa scuola di annalisa>

io ne vorrei frequentare una!

attendo vostre dritte!

thanks


maria

per matrioska

Inviato da Annalisa Ceccarelli, venerdì, maggio 14, 2010, 10:21 (5130 giorni fa) @ matrioska

Ciao

io mi ero informata sulla formazione (ASP>) in Ticino e mi avevano detto che la qualifica vale solo per il canotn Ticino, ovvero non è possibile insegnare poi fuori da quel cantone. Ho scelto Neuchatel perchè la qualifica è riconosciuta in tutta la Svizzera. E' un po un casino qua, ogni cantone ha delle leggi proprie... Volevo solo avvisarti di questo, non so quali siano i tuoi progetti futuri ma se non hai intenzione di restare inn Ticino, pensaci bene (per confermare quello che ti dico, chiedi in segreteria. Io mi ero informata l'anno scorso, forse che le cose sono cambiate...)
In bocca al lupo.

per matrioska

Inviato da faith, venerdì, maggio 14, 2010, 11:04 (5130 giorni fa) @ Annalisa Ceccarelli

» Ciao
»
» io mi ero informata sulla formazione (ASP>) in Ticino e mi avevano detto
» che la qualifica vale solo per il canotn Ticino, ovvero non è possibile
» insegnare poi fuori da quel cantone. Ho scelto Neuchatel perchè la
» qualifica è riconosciuta in tutta la Svizzera. E' un po un casino qua,
» ogni cantone ha delle leggi proprie... Volevo solo avvisarti di questo,
» non so quali siano i tuoi progetti futuri ma se non hai intenzione di
» restare inn Ticino, pensaci bene (per confermare quello che ti dico,
» chiedi in segreteria. Io mi ero informata l'anno scorso, forse che le cose
» sono cambiate...)
» In bocca al lupo.

Ciao Annalisa visto che hai detto che il lavoro è a chiamata conosci dei siti web dove potrei andare a vedere i posti vacanti> ma allora tu hai insegnato da supplente anche senza abilitazione>

per Annalisa

Inviato da faith, venerdì, maggio 14, 2010, 11:06 (5130 giorni fa) @ faith

» » Ciao
» »
» » io mi ero informata sulla formazione (ASP>) in Ticino e mi avevano
» detto
» » che la qualifica vale solo per il canotn Ticino, ovvero non è possibile
» » insegnare poi fuori da quel cantone. Ho scelto Neuchatel perchè la
» » qualifica è riconosciuta in tutta la Svizzera. E' un po un casino qua,
» » ogni cantone ha delle leggi proprie... Volevo solo avvisarti di questo,
» » non so quali siano i tuoi progetti futuri ma se non hai intenzione di
» » restare inn Ticino, pensaci bene (per confermare quello che ti dico,
» » chiedi in segreteria. Io mi ero informata l'anno scorso, forse che le
» cose
» » sono cambiate...)
» » In bocca al lupo.
»
» Ciao Annalisa visto che hai detto che il lavoro è a chiamata conosci dei
» siti web dove potrei andare a vedere i posti vacanti> ma allora tu hai
» insegnato da supplente anche senza abilitazione>

Scusate il mex è per Annalisa

per Annalisa

Inviato da matrioska, venerdì, maggio 14, 2010, 12:25 (5130 giorni fa) @ faith

Ciao Annalisa,
grazie per l'avvertimento. Mi sono informata in precedenza e mi hanno detto che ora invece è un'abilitazione valida in tutta la Svizzera. da quello che ho capito, hanno messo in atto una procedura per il riconoscimento che sta andando a buon fine.
Ti ringrazio ancora:)
Matrioska

un po' per tutti

Inviato da josh, venerdì, maggio 14, 2010, 14:09 (5130 giorni fa) @ matrioska

mi permetto di rispondere ad alcune domande postate qui e là in questa discussione. Lavorare in svizzera come insegnante e' tutt'altro che facile, non e' per scoraggiare nessuno. in svizzera non esistono le graduatorie, in genere per lavorare nelle scuole e nei licei bisogna si hanno grosso modo due strade: vi parlo della Svizzera romanda (francofona)
1) effettuare dei remplacements, ovvero delle supplenze. gli annunci dei posti disponibili possono essere consultati sui siti dei vari dipartimenti cantonali dell'educazione (la svizzera essendo una confederazione, i vari cantoni (che non sono 4 come molti credono, ma 26)...le domande vanno indirizzate direttamente alla scuola, ed e' il preside che decide, sulla base del vostro cv, della lettera di motivazione, vi puo' anche esser chiesto di visitare la scuola. per effettuare dei remplacement e' necessario avere un titolo equivalente alla licence (3-4 anni), non c'e' bisogno dell'abilitazione, si verra' solo pagati di meno...
2) candidarsi per le offres de poste.. cioe' per i posti a tempo indeterminato, come avviene in altri paesi come ad es. UK.
Ora, tutto questo potrebbe sembrare molto facile...in realta' non e' cosi
Per esperienza diretta posso dirvi che normalmente, per i remplacements, e' in genere l'insegnante che deve andare in congedo che trova la persona che lo sostituisce (sempre che questi abbia i titoli), ve lo dico per esperienza di retta...a me era stata proposta una supplenza da un'amico che andava in congedo per un anno in un liceo.
La Svizzera 'e un paese piccolo, e non vi sono poi tutte queste opportunita' di insegnamento, inoltre la concorrenza con i candidati locali e' grande.
E' vero, con alcune discipline la situazione cambia, cioe se potete insegnare matematica, economia, ecc... avrete piu opportunita, ma con l'italiano e le lingue e' difficile, i posti sono pochi. Inoltre, come gia detto e ripetuto anche da altri, il livello di lingua richiesto e' molto alto.

» Ciao Annalisa,
» grazie per l'avvertimento. Mi sono informata in precedenza e mi hanno
» detto che ora invece è un'abilitazione valida in tutta la Svizzera. da
» quello che ho capito, hanno messo in atto una procedura per il
» riconoscimento che sta andando a buon fine.
» Ti ringrazio ancora:)
» Matrioska

un po' per tutti

Inviato da matrioska, sabato, maggio 15, 2010, 21:19 (5129 giorni fa) @ josh

Ciao Josh, ciao Annalisa,
vi ringrazio per voler condividere la Vs. esperienza. Immagino che tutto ciò che dite sia ben motivato e fondato. Ma credo che vi riferiate comunque alla situazione dei non abilitati. Giusto> Io mi sono informata solo in Ticino e vi assicuro che là mi hanno parlato di grandi carenze e del fatto che una volta abilitati ci sono davvero ottime prospettive di trovare un incarico già l'anno dopo. Infatti il secondo anno di abilitazione è previsto un tirocinio retribuito sottoforma di lunga supplenza...Che non mi sembra avere senso se c'è già un gran numero di abilitati da sistemare. Ripeto però io parlo della materie Inglese e Tedesco nella Scuole Medie del Ticno. Per il resto non so proprio.
Grazie mille dei vostri post!
Un saluto da Napoli
Matrioska

un po' per tutti

Inviato da Daniela1, domenica, maggio 16, 2010, 11:25 (5128 giorni fa) @ matrioska

Ciao Matrioska, ti sei anche informata sul riconoscimento dell'abilitazione presa in Italia> Se no, sai a chi occorre rivolgersi>

un po' per tutti

Inviato da matrioska, lunedì, maggio 17, 2010, 22:55 (5127 giorni fa) @ Daniela1

sto cercando di capirlo...per ora non so dirti nulla.Sorry

scuola infanzia in svizzera

Inviato da Gio' @, domenica, maggio 30, 2010, 10:30 (5114 giorni fa) @ matrioska

Sarei interessata anch'io ad andare ad insegnare in svizzera...nel canton ticino.
Ma qualcuno sa come funziona la scuola d'infanzia>
Ho due lauree (scienze dell'educazione e Formazione Primaria) e l'abilitazione all'insegnamento in Italia per la scuola d'infanzia.
E la cittadinanza svizzera...
a chi potrei rivolgermi per avere informazioni>
anche per gli asili nido...sono privati>
Grazie!!!

per Faith, Josh e gli altri

Inviato da Annalisa Ceccarelli, sabato, maggio 15, 2010, 09:54 (5129 giorni fa) @ faith

Uno dei siti con i posti vacanti è:
educajob.ch
Ma ogni cantone pubblica anche le sue offerte di lavoro nei siti cantonali o nei giornali locali.

Io faccio qualche supplenza senza aver l'abilitazione perchè ho inviato il mio cv in varie scuole precisando che sono in corso di formazione. Confermo quanto detto da Josh sulla difficoltà di trovare un posto e sulla forte concorrenza con gli altri candidati. Inoltre, se volete insegnare solo italiano, rinunciate, non ci sono abbastanza classi.

P.S (Josh sei ancora in Svizzera> Dove insegni>)

Ciao

per Faith, Josh e gli altri

Inviato da feffe @, martedì, febbraio 05, 2013, 16:20 (4132 giorni fa) @ Annalisa Ceccarelli

» Uno dei siti con i posti vacanti è:
» educajob.ch
» Ma ogni cantone pubblica anche le sue offerte di lavoro nei siti cantonali
» o nei giornali locali.
»
» Io faccio qualche supplenza senza aver l'abilitazione perchè ho inviato il
» mio cv in varie scuole precisando che sono in corso di formazione. Confermo
» quanto detto da Josh sulla difficoltà di trovare un posto e sulla forte
» concorrenza con gli altri candidati. Inoltre, se volete insegnare solo
» italiano, rinunciate, non ci sono abbastanza classi.
»
» P.S (Josh sei ancora in Svizzera> Dove insegni>)
»
» Ciao

Scusate,
anche se il post è vecchio,
quali sono i siti cantonali nei quali cercare le offerte >
grazie mille,
Federica

insegnamento in svizzera

Inviato da Sere @, venerdì, giugno 18, 2010, 16:05 (5095 giorni fa) @ Annalisa Ceccarelli

Ciao vorrei iscrivermi al Master in lingua italiana all'università di Lugano. Tra gli sbocchi occupazionali previsti c'è quello dell'insegnamento, solo che ho saputo - e tu me ne hai dato conferma -che dopo il master si è tenuti a fare una formazione pedagogica al Dipartimento della Formazione e dell'Apprendimento (DFA) della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI). Dalla tua mail ho capito che però non c'è molta richiesta di docenti di lingua italiana dunque vorrei chiederti un consiglio a tale riguardo. Pensi che possa essermi utile seguire questo tipo di percorso, oppure la situazione svizzera è come quella italiana>
Inoltre vorrei sapere quando è possibile acquisire la cittadinanza svizzera e se è necessaria o meno per insegnare.
In alternativa stavo pensando ad un altro master in Gestione dei Media che mi offrirebbe la possibilità di lavorare per radio o emittenti svizzere...sai darmi informazioni a tal proposito> Ti ripresento la stessa domanda...pensi che ci sia richiesta di figure professionali di questo tipo>


Aspetto notizie e ti ringrazio in anticipo per la disponibilità

Serena

insegnamento in svizzera

Inviato da Briosa @, venerdì, aprile 12, 2013, 12:47 (4066 giorni fa) @ Sere

Ciao Serena,
ho letto il tuo post e, poiché sto cercando le stesse informazioni sul Master in Lingua, Letteratura, Civiltà italiana a Lugano che chiedevi su questo sito 3 anni fa, provo a domandarti com'è andata... Ti sei poi iscritta> Anch'io vorrei insegnare italiano in Canton Ticino in seguito al Master. Leggo però su questo forum informazioni contrastanti sulle concrete opportunità di lavoro per la sola lingua italiana.
Ho chiesto all'ISI (Istituto Studi Italiani di Lugano)se è necessaria l'abilitazione alla SUPSI dopo i due anni di Master e attendo una loro risposta. Temo di sì. Ieri sera, navigando in Internet, ho trovato questo inciso in un sito che pubblicizzava il Master in lingua italiana (http://www.orientamento.ch/dyn/2897.aspx>id=5368&text_search=&full_search=&id_uni=3049&lang=1%2c2%2c3%2c4&schoolnodetype=2%2c3):

La durata degli studi è di 4 semestri. Il diploma di Master è rilasciato in base a 120 crediti ECTS.
Gli apprendimenti sono quantificati con crediti di studio (ECTS) secondo i criteri dell'ordinamento di Bologna. Gli studenti orientati all'abilitazione per l'insegnamento devono acquisire 60 crediti all'USI durante il primo anno, 60 o 94 crediti all'Alta scuola pedagogica in seguito, a dipendenza dell'ambito scolastico scelto, e 30 crediti per la tesi di Master. Ricevono due attestati: il diploma di Master in base a 90 crediti (per il primo anno e la tesi) e il certificato di abilitazione all'insegnamento in base ai crediti attribuiti dall'ASP. Gli altri studenti devono acquisire 120 crediti, di cui 60 durante il primo anno, 30 nel terzo semestre e 30 per la tesi di Master.

Da qui si evincerebbe che, scegliendo l'opzione insegnamento durante il secondo anno, con i 2 anni di Master si otterrebbe anche l'abilitazione. Risulta anche a te>
C'è poi il problema dell'altissimo costo delle tasse: 4000 CHF (circa 3000 euro) a semestre. Leggo sul sito che "per i residenti a Campione d'Italia alla data della maturità" la tassa semestrale si dimezzerebbe: è possibile spostare per 2 anni la residenza a Campione d'Italia e fare i pendolari Campione d'Italia-Lugano per frequentare il Master> Forse gli affitti sono meno cari al di qua del confine. Hai idea se il Master abbia frequenza obbligatoria> L'ho chiesto all'ISI e sto attendendo una risposta anche a questo proposito.
Poi rimane la fondamentale questione delle concrete opportunità di lavoro in Canton Ticino per la sola lingua italiana. Se dopo i 2 anni di Master fosse possibile lavorare, sarei disponibile ad insegnare e contemporaneamente ad abilitarmi in altre materie per ampliare le opportunità d'impiego. Ma non posso prevedere più di 2 anni di tempo senza guadagnare, perciò è vitale ponderare bene la fattibilità di questi miei progetti/sogni. Potresti aiutarmi in questo senso> Hai proseguito nel percorso che ipotizzavi in questo post>

Grazie molte in ogni caso dell'attenzione.

insegnamento in svizzera

Inviato da Francesca Di Camillo @, Roma, martedì, luglio 13, 2010, 20:08 (5070 giorni fa) @ Annalisa Ceccarelli

Ciao Annalisa,
mi chiamo Francesca, sono di Roma e sono Laureata in Scienze Naturali.
Mi vorrei trasferire in Svizzera a Locarno per frequentare la SUPSI e prendere l'abilitazione per l'insegnamento di scienze naturali nelle scuole medie.
Vorrei chiederti se ci sono serie prospettive di lavoro nelle scuole.
Per il momento sto lavorando per ottenere i soldi necessari a pagarmi la scuola di specializzazione che durerà 2 anni e inizierò a studiare tedesco e francese (la scuola richiede la conoscenza a livello B1 di entrambe le lingue).
Grazie
Ciao
Francesca

insegnamento in svizzera

Inviato da Giulia Frattini @, Parma, giovedì, agosto 19, 2010, 12:33 (5033 giorni fa) @ Annalisa Ceccarelli

Ciao Annalisa,
Mi sono interessata al tuo post sull'insegnamento in Svizzera e vorrei farti qualche domanda. Io ho una laurea in Storia con abilitazione all'insegnamento di Storia e Filosofia alle superiori (abilitazione senza SISS, solo attraverso gli esami specifici) e vorrei sapere se questa scuola richiede una conoscenza alta del francese, già all'ammissione, per poter abilitarsi all'insegnamento queste materie in svizzera. Inoltre, è possibile abilitarsi anche per l'insegnamento dell'italiano con una laurea in Storia>
Ho visto il sito e mi sembra che le iscrizioni terminino il 31 gennaio 2010. Ma ci sono tasse da pagare>

Ti ringrazio in anticipo,

ciao
Giulia Frattini

insegnamento in svizzera

Inviato da valentina86 @, fossano(CN), lunedì, ottobre 04, 2010, 18:43 (4987 giorni fa) @ Annalisa Ceccarelli

Ciao, vorrei sapere se con una laurea in economia presa in Italia è possibile insegnare in Svizzera. Grazie

insegnamento in svizzera

Inviato da michelle @, napoli, venerdì, ottobre 08, 2010, 10:24 (4983 giorni fa) @ Annalisa Ceccarelli

Ciao Annalisa sono Michelle (è il mio pseudonimo).
Ho letto la tua storia e ne sono interessata, davvero tanto perchè mi sono vista in te. Anche io voglio trasferirmi in Svizzera perchè sono stufa del governo italiano.
Anche io ho conseguito la laurea in Lingue (inglese e francese)e vorrei insegnare nella svizzera francese dato che non conosco il tedesco per poterlo fare nel cantone tedesco. Mi hai detto che stando nel cantone di neuchatel, francese, non si può insegnare francese (forse perchè ci sono già insegnanti madrelingua>)e servirebbero insegnanti di inglese, giusto>
Ascolta però io non ho il master in italiano come lingua straniera come te. Posso frequentare lo stesso l'HEP>
Guarda se mi dessi una mano per capirci meglio te ne sarei grata davvero tanto perchè sono disperata e non saprei proprio coem fare, non conosco nessuno nel cantone francese della svizzera. So che in quello tedesco soprattutto mancano insegnanti.
Quanto costa frequentare l'HEP> si troverebbero lavoretti per mantenerlo e poi si puo fare che lavoro part time ad esempio e frequento l'HEP>
Quando cominerebbero i corsi>
Scusamise ti ho bombardato ma penso che puoi capirmi, qui la situazione si fa insopportabile, adesso piu che mai con la riforma Gelmini.
Un caro abbraccio e grazie

insegnamento in svizzera

Inviato da Roberta Filosofa @, Cosenza, lunedì, novembre 22, 2010, 15:53 (4938 giorni fa) @ Annalisa Ceccarelli

» Ciao a tutti,
» io sto facendo l'HEP in Svizzera (l'equivalente della SISS) nel cantone di
» Neuchatel. In Italia ho preso una laurea in inglese e francese e un master
» in insegnamento dell'italiano lingua straniera. Ho chiesto l'equivalenza
» dei titoli e sono stata ammessa all'HEP per formarmi come insegnante di
» italiano e inglese (non posso insegnare francese visto che abito in un
» cantone francofono)
» Ho scelto la Svizzera perchè:
» 1) in Italia, come ben sapete, al momento è tutto bloccato e sinceramente
» non avevo voglia di perdere il mio tempo aspettando che qualcosa forse, un
» giorno, si sblocchi.
» 2) Avevo già avuto esperienze di insegnamento in Svizzera (come assistente
» e supplente) e mi ero resa conto della qualità di vita degli insegnanti
» (stipendi adeguati al lavoro, strutture scolastiche efficienti, forte
» importanza data all'apprendimento delle lingue straniere. Sinceramente,
» parlo della mia esperienza ma forse sono stata fortunata, in due anni di
» supplenze nelle scuole svizzere, non ho incontrato troppi problemi di
» disciplina. Mi sembra che in generale l'insegnante goda ancora di un certo
» rispetto da parte degli alunni.)
» 3) l'orario completo degli insegnanti è di 28 ore (nel cantone di
» Neuchatel) ma si puo scegliere di farne meno. (io non ne ho mai fatte piu'
» di 16 e comunque, a livello di salario, si vive bene comunque. E' vero che
» la vita in Svizzera è piu' cara rispetto all'Italia, ma sinceramente gli
» stipendi garantiscono un buon livello di vita)
» In Svizzera non esistono graduatorie. I posti disponibili vengono messi in
» concorso (su vari siti internet o sui giornali locali) e ci si candida. Per
» essere assunti occorre superare un colloquio con il direttore e, spesso,
» essere osservati durante una o piu' lezioni. Per alcune materie è
» piuttosto facile trovare un lavoro (c'è penuria di insegnanti di inglese,
» tedesco, e materie scientifiche), per altre la situazione è un po bloccata
» (l'italiano per esempio, non ci sono abbastanza classi o la storia, ci sono
» molti insegnanti).
» Un altro "dettaglio": se siete interessati ad insegnare una lingua
» straniera, è necessario avere un alto livello di conoscenza della lingua
» (C1/C2).Siccome è il direttore ad assumere il personale, se considera che
» il livello della conoscenza della materia che insegnate non è adeguato, fa
» presto a licenziarvi.
» vi lascio il link dell'HEP che sto facendo.
» www.hep-bejune.ch
» Dura 2 anni, non si ricevono soldi, quindi occorre avere delle riserve
» oppure trovare dei lavoretti per auto-finanziarsi. Se avete altre domande,
» non esitate a chiedermi
»
» Ciao et bon courage!

GENTILISSIMA Annalisa Ceccarelli,

sono una neolaureata in Scienze filosofiche in Italia. Il tuo intervento mi ha molto colpito e mi è stato prezioso. Sarei interessata a rivolgerti alcune domande per seguire l'iter di docenza in Svizzera. Potrei ricevere un tuo consulto> Sarei molto contenta se potessi scrivere alla mia mail: robertadefrancesco@gmail.com. Ti ringrazio e a presto.

insegnamento in svizzera

Inviato da Linda81 @, Firenze, lunedì, novembre 07, 2011, 17:37 (4588 giorni fa) @ Roberta Filosofa

»Salve,
mi chiamo Linda Checconi e sono una laureanda in Filologia Moderna (laurea magistrale). Data la totale assenza di sbocchi professionali in Italia per l'insegnamento, vorrei tanto contattare qualcuno/a che possa aiutarmi a capire come orientarmi per l'insegnamento delle materie umanistiche (Italiano, Storia, Geografia) e del Latino in Svizzera. Vi sarei tanto grata se poteste darmi un aiuto contattandomi alla mail per poterne parlare più direttamente.
Grazie in anticipo a chiunque vorrà rispondermi.
Cari saluti

insegnamento in svizzera

Inviato da Linda81 @, lunedì, novembre 07, 2011, 17:38 (4588 giorni fa) @ Linda81

La mail è: l.checconi@virgilio.it o l.checconi@hotmail.it, grazie!

insegnamento in svizzera

Inviato da Michymeo @, Perugia, martedì, gennaio 31, 2012, 11:20 (4503 giorni fa) @ Annalisa Ceccarelli

Ciao Annalisa!
In alcuni blog ho trovato le informazioni che stai dando sul sistema scolastico svizzero, molto allettanti.
Avrei bisogno di alcune informazioni e speravo nella tua pazienza ed esperienza per avere delle risposte.
Io sono un'insegnante abilitata SSIS nel 2009, purtroppo disoccupata e senza speranza di poter lavorare e con una famiglia da mantenere. Il sistema scolastico italiano fa acqua da tutte le parti e non riusciranno mai ad assorbire le migliaia di precari che hanno creato in questi ultimi 10 anni con la SSIS (uno specchietto per le allodole!).
Mi chiedevo: le mie abilitazioni (per storia dell'arte e il sotegno)vengono riconosciute in Svizzera oppure se faccio domanda nelle scuole svizzere devo acquisire i titoli da loro richiesti e che indichi nei tuoi interventi (HEP)>
Dici che non ci sono graduatorie e che bisogna fare domanda alle singole scuole, come funziona> Devo mandare un curriculum e aspettare l'eventuale chiamata>
Ti ringrazio tanto per le informazioni che saprai darmi.
Un caro saluto. Michela


»

Ciao a tutti,
» io sto facendo l'HEP in Svizzera (l'equivalente della SISS) nel cantone di
» Neuchatel. In Italia ho preso una laurea in inglese e francese e un master
» in insegnamento dell'italiano lingua straniera. Ho chiesto l'equivalenza
» dei titoli e sono stata ammessa all'HEP per formarmi come insegnante di
» italiano e inglese (non posso insegnare francese visto che abito in un
» cantone francofono)
» Ho scelto la Svizzera perchè:
» 1) in Italia, come ben sapete, al momento è tutto bloccato e sinceramente
» non avevo voglia di perdere il mio tempo aspettando che qualcosa forse, un
» giorno, si sblocchi.
» 2) Avevo già avuto esperienze di insegnamento in Svizzera (come assistente
» e supplente) e mi ero resa conto della qualità di vita degli insegnanti
» (stipendi adeguati al lavoro, strutture scolastiche efficienti, forte
» importanza data all'apprendimento delle lingue straniere. Sinceramente,
» parlo della mia esperienza ma forse sono stata fortunata, in due anni di
» supplenze nelle scuole svizzere, non ho incontrato troppi problemi di
» disciplina. Mi sembra che in generale l'insegnante goda ancora di un certo
» rispetto da parte degli alunni.)
» 3) l'orario completo degli insegnanti è di 28 ore (nel cantone di
» Neuchatel) ma si puo scegliere di farne meno. (io non ne ho mai fatte piu'
» di 16 e comunque, a livello di salario, si vive bene comunque. E' vero che
» la vita in Svizzera è piu' cara rispetto all'Italia, ma sinceramente gli
» stipendi garantiscono un buon livello di vita)
» In Svizzera non esistono graduatorie. I posti disponibili vengono messi in
» concorso (su vari siti internet o sui giornali locali) e ci si candida. Per
» essere assunti occorre superare un colloquio con il direttore e, spesso,
» essere osservati durante una o piu' lezioni. Per alcune materie è piuttosto
» facile trovare un lavoro (c'è penuria di insegnanti di inglese, tedesco, e
» materie scientifiche), per altre la situazione è un po bloccata (l'italiano
» per esempio, non ci sono abbastanza classi o la storia, ci sono molti
» insegnanti).
» Un altro "dettaglio": se siete interessati ad insegnare una lingua
» straniera, è necessario avere un alto livello di conoscenza della lingua
» (C1/C2).Siccome è il direttore ad assumere il personale, se considera che
» il livello della conoscenza della materia che insegnate non è adeguato, fa
» presto a licenziarvi.
» vi lascio il link dell'HEP che sto facendo.
» www.hep-bejune.ch
» Dura 2 anni, non si ricevono soldi, quindi occorre avere delle riserve
» oppure trovare dei lavoretti per auto-finanziarsi. Se avete altre domande,
» non esitate a chiedermi
»
» Ciao et bon courage!

insegnamento in svizzera

Inviato da Tella505, lunedì, maggio 27, 2013, 06:44 (4021 giorni fa) @ Annalisa Ceccarelli

Ciao Annalisa

sto conseguendo una triennale in scienze linguistiche e letterature straniere a Milano e vorrei seguire il tuo stesso percorso di studi, con un master per l'insegnamento dell'italiano ma anche di inglese e spagnolo (ho studiato però inglese e francese come due lingue principali).

la mia domanda è questa:

Potrei fare l'HEP anche nel Cantone Vallese>

Mantenermi per due anni in Svizzera sarebbe un pò problematico, perlomeno sarei più vicina a casa mia.

Spero di ricevere una tua risposta al più presto

Buona giornata

Gabriella

Ciao a tutti,
» io sto facendo l'HEP in Svizzera (l'equivalente della SISS) nel cantone di
» Neuchatel. In Italia ho preso una laurea in inglese e francese e un master
» in insegnamento dell'italiano lingua straniera. Ho chiesto l'equivalenza
» dei titoli e sono stata ammessa all'HEP per formarmi come insegnante di
» italiano e inglese (non posso insegnare francese visto che abito in un
» cantone francofono)
» Ho scelto la Svizzera perchè:
» 1) in Italia, come ben sapete, al momento è tutto bloccato e sinceramente
» non avevo voglia di perdere il mio tempo aspettando che qualcosa forse, un
» giorno, si sblocchi.
» 2) Avevo già avuto esperienze di insegnamento in Svizzera (come assistente
» e supplente) e mi ero resa conto della qualità di vita degli insegnanti
» (stipendi adeguati al lavoro, strutture scolastiche efficienti, forte
» importanza data all'apprendimento delle lingue straniere. Sinceramente,
» parlo della mia esperienza ma forse sono stata fortunata, in due anni di
» supplenze nelle scuole svizzere, non ho incontrato troppi problemi di
» disciplina. Mi sembra che in generale l'insegnante goda ancora di un certo
» rispetto da parte degli alunni.)
» 3) l'orario completo degli insegnanti è di 28 ore (nel cantone di
» Neuchatel) ma si puo scegliere di farne meno. (io non ne ho mai fatte piu'
» di 16 e comunque, a livello di salario, si vive bene comunque. E' vero che
» la vita in Svizzera è piu' cara rispetto all'Italia, ma sinceramente gli
» stipendi garantiscono un buon livello di vita)
» In Svizzera non esistono graduatorie. I posti disponibili vengono messi in
» concorso (su vari siti internet o sui giornali locali) e ci si candida. Per
» essere assunti occorre superare un colloquio con il direttore e, spesso,
» essere osservati durante una o piu' lezioni. Per alcune materie è piuttosto
» facile trovare un lavoro (c'è penuria di insegnanti di inglese, tedesco, e
» materie scientifiche), per altre la situazione è un po bloccata (l'italiano
» per esempio, non ci sono abbastanza classi o la storia, ci sono molti
» insegnanti).
» Un altro "dettaglio": se siete interessati ad insegnare una lingua
» straniera, è necessario avere un alto livello di conoscenza della lingua
» (C1/C2).Siccome è il direttore ad assumere il personale, se considera che
» il livello della conoscenza della materia che insegnate non è adeguato, fa
» presto a licenziarvi.
» vi lascio il link dell'HEP che sto facendo.
» www.hep-bejune.ch
» Dura 2 anni, non si ricevono soldi, quindi occorre avere delle riserve
» oppure trovare dei lavoretti per auto-finanziarsi. Se avete altre domande,
» non esitate a chiedermi
»
» Ciao et bon courage!

insegnare musica in svizzera

Inviato da martaf @, ronchi dei legionari, domenica, maggio 17, 2015, 15:36 (3301 giorni fa) @ Annalisa Ceccarelli

» Ciao a tutti,
» io sto facendo l'HEP in Svizzera (l'equivalente della SISS) nel cantone di
» Neuchatel. In Italia ho preso una laurea in inglese e francese e un master
» in insegnamento dell'italiano lingua straniera. Ho chiesto l'equivalenza
» dei titoli e sono stata ammessa all'HEP per formarmi come insegnante di
» italiano e inglese (non posso insegnare francese visto che abito in un
» cantone francofono)
» Ho scelto la Svizzera perchè:
» 1) in Italia, come ben sapete, al momento è tutto bloccato e sinceramente
» non avevo voglia di perdere il mio tempo aspettando che qualcosa forse, un
» giorno, si sblocchi.
» 2) Avevo già avuto esperienze di insegnamento in Svizzera (come assistente
» e supplente) e mi ero resa conto della qualità di vita degli insegnanti
» (stipendi adeguati al lavoro, strutture scolastiche efficienti, forte
» importanza data all'apprendimento delle lingue straniere. Sinceramente,
» parlo della mia esperienza ma forse sono stata fortunata, in due anni di
» supplenze nelle scuole svizzere, non ho incontrato troppi problemi di
» disciplina. Mi sembra che in generale l'insegnante goda ancora di un certo
» rispetto da parte degli alunni.)
» 3) l'orario completo degli insegnanti è di 28 ore (nel cantone di
» Neuchatel) ma si puo scegliere di farne meno. (io non ne ho mai fatte piu'
» di 16 e comunque, a livello di salario, si vive bene comunque. E' vero che
» la vita in Svizzera è piu' cara rispetto all'Italia, ma sinceramente gli
» stipendi garantiscono un buon livello di vita)
» In Svizzera non esistono graduatorie. I posti disponibili vengono messi in
» concorso (su vari siti internet o sui giornali locali) e ci si candida. Per
» essere assunti occorre superare un colloquio con il direttore e, spesso,
» essere osservati durante una o piu' lezioni. Per alcune materie è piuttosto
» facile trovare un lavoro (c'è penuria di insegnanti di inglese, tedesco, e
» materie scientifiche), per altre la situazione è un po bloccata (l'italiano
» per esempio, non ci sono abbastanza classi o la storia, ci sono molti
» insegnanti).
» Un altro "dettaglio": se siete interessati ad insegnare una lingua
» straniera, è necessario avere un alto livello di conoscenza della lingua
» (C1/C2).Siccome è il direttore ad assumere il personale, se considera che
» il livello della conoscenza della materia che insegnate non è adeguato, fa
» presto a licenziarvi.
» vi lascio il link dell'HEP che sto facendo.
» www.hep-bejune.ch
» Dura 2 anni, non si ricevono soldi, quindi occorre avere delle riserve
» oppure trovare dei lavoretti per auto-finanziarsi. Se avete altre domande,
» non esitate a chiedermi
»
» Ciao et bon courage!

insegnamento in svizzera

Inviato da keby @, martedì, settembre 13, 2011, 12:57 (4643 giorni fa) @ matrioska

» per quanto mi riguarda, io mi sono informata solo per il Canton Ticino. Da
» quello che mi hanno spegato le autorità competenti funziona così:
»
» 1. prendi l'abilitazione per le Scuole Medie o Medie Suepriori
» (rispettivamente in 2 e 1 anno)
»
» 2. L'ultimo anno d'abilitazzio, ossia il primo anno per abilitandi per
» SMS, si svolge un concorso (volto però soprattutto ad accertare le tue
» motivazioni), superato il quale stipuli già un contratto d'insegnamento
» per l'anno scolastico successivo che poi, se va bene, verrà rinnovato fino
» all'entrata in ruolo.
»
» L'oario di lavoro dipende dal Cantone. Però ho letto il loro calendario
» scolastico e, ad esempio, hammo più giorni festivi. Immagino che la cosa
» si requilibri. Io ho intensione di abilitarmi (se mi accettano,
» ovviamente) in Inglese e Tedesco.
»
» Sicuramente la Svizzera non sarà il paese della Cuccagna...Il problema è
» che qui in Italia non ci sono sbocchi in questo settore.
»
» Buona fortuna a tutti!
»
» Matrioska

Ciao Matrioska...vedo che sei anche tu di Napoli come me....!! Anche io vorrei intraprendere questo percorso nella svizzera italiana dato che qui in Italia la situazione si fa sempre più triste,purtroppo....però sono completamente a digiuno. Ho inviato una mail al DFA di Locarno per sapere se i miei titoli italiani valevano anche in Svizzera e mi hanno risposto che il mio diploma classico italiano va bene in Svizzera. Frequento il secondo anno di università. Mi piacerebbe abilitarmi in storia e geografia. Mi sapresti spiegare un po' l'iter da percorrere> Scusami se ti chiedo troppo ma voglio pensarci bene e sapere a cosa vado incontro. Poi dopo questi due anni come funziona>> Grazie mille in anticipo...ti lascio la mia mail così nel caso può contattarmi anche qui: fabiana_986@yahoo.it

requisiti Zurigo

Inviato da SE, venerdì, maggio 14, 2010, 12:25 (5130 giorni fa) @ faith

Per chi non e' abilitato bisognerebbe fare un Lehramt, ma chiedi comunque all'autorita' cantonale competente come valutano i tuoi titoli.

fiondiamoci in Svizzera!!!

Inviato da martinazza @, palermo, venerdì, settembre 03, 2010, 18:23 (5018 giorni fa) @ matiroska

Ciao mi chiamo Martina,vorrei avere qualche informazione relativa all'insegnamento in svizzera e a come e dove svolgere i 3 anni di formazione.

fiondiamoci in Svizzera!!!

Inviato da fedla @, martedì, febbraio 05, 2013, 15:30 (4132 giorni fa) @ matiroska

salve...vorrei un'informazione...sto per concludere il liceo classico e ho intenzione di trasferirmi in Svizzera..per caso sapete se si può fare qualche corso per insegnare lì... o conoscete un modo per il quale si può entrare nel mondo del lavoro in Svizzera>> mi piacerebbe lavorare a contatto con bambini. grazie

fiondiamoci in Svizzera!!!

Inviato da Chiarè, giovedì, settembre 03, 2015, 13:57 (3192 giorni fa) @ matiroska

Ciao! Sono laureata in Scienze della Formazione primaria (Università Bicocca). Per caso sai se e come posso insegnare nelle scuole primarie e dell'infanzia della Svizzera italiana>
Ho letto che "Per poter insegnare nelle scuole dell'infanzia e nelle scuole elementari del Canton Ticino è richiesto il possesso della patente di maestro/a rilasciata da un'Alta Scuola Pedagogica (ASP) riconosciuta dalla Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE, Haus der Kantone, Speichergasse 6, Casella postale 660, CH-3000 Berna 7, tel.: +41 (0)31 309 51 11, fax: +41 (0)31 309 51 50, www.cdpe.ch , e-mail: edk@edk.ch)."
Vorrei capire però se questa patente viene rilasciata grazie alla laurea conseguita in italia o se è necessaria un'ulteriore formazione in Svizzera e se sì in cosa consiste questa formazione.
Grazie mille!

fiondiamoci in Svizzera!!!

Inviato da FrAnCyG @, Roma, martedì, agosto 29, 2023, 16:06 (275 giorni fa) @ Chiarè

Mi accodo alla tua richiesta di informazioni di qualche anno fa. Grazie a chi eventualmente vorrà rispondere.

RSS Feed of thread
Sito realizzato grazie ad aiuto dello staff del Buenaventura, circolo culturale di Castelfranco Veneto
Visita informazioni su Meeting Internazionale Centri Culturali della rete Trans Europe Halles TEH organizzato dal Buenventura a Castelfranco .