Triennale in Lettere moderne o Culture letterarie europee? (Lavoro Estero)

Inviato da BuBu, mercoledì, luglio 05, 2017, 13:48 (712 giorni fa) @ Madda

Cara Giuliana,
mi sono laureata in Culture Letterarie Europee nel 2008. E' un buon punto di inizio se decidi di rimanere in Francia dopo la laurea, magari insegnando italiano o facendo altro (organizzazione eventi? o cose cosi). Ti daranno un doppio diploma ma in realta', a parte in Francia, non serve a molto fuori. E' un percorso interessante se pensi di specializzarti nelle letterature comparate. Sei praticamente a meta' tra lingue e lettere. Non da' crediti sufficienti per l'insegnamento di nessuna lingua/letteratura in particolare, quindi preparati a fare dei crediti in piu' per rientrare nelle classi di insegnamento. E' il corso che consiglierei a qualcuno che e' indeciso tra restare in Italia o andare all'estero, provare ad insegnare oppure no, e vuole prendersi piu' tempo per decidere. Dopo la triennale, ho visto alcuni colleghi specializzarsi in italianistica, altri passare a scienze della comunicazione, altri stabilirsi all'estero (di solito, per insegnare italiano). Anche un master in editoria e' possibile, ma costa un bel po' se lo vuoi fare bene. Sono tutti passaggi non problematici proprio per l'apertura disciplinare del curriculum. Questo percorso ti lascia aperte piu' possibilita' pero' ti fa anche perdere un po' di tempo, se hai degli obiettivi piu' mirati. Consiglio di non prendere nemmeno in considerazione la traduzione come attivita' principale. Magari puoi farlo come attivita' secondaria, se capita. Comunque Bologna e' un ottimo ateneo e la qualita' dell'insegnamento e' ancora alta. Un punto di riferimento per chi studia letteratura, in Italia e all'estero.


Argomento completo:

 RSS Feed of thread

powered by my little forum