APRIRE SCUOLA DI ITALIANO PER STRANIERI (Insegnamento Lingua Italiana)

Inviato da Cybervania @, domenica, marzo 16, 2008, 17:26 (4801 giorni fa) @ Luna

Cara Luna,
purtroppo siamo lontane (io vivo nel Lazio) e quindi è pressocchè impossibile pensare ad una collaborazione "diretta", ma condivido in pieno il tuo desiderio di portare a totale compimento ciò che io definisco un "progetto di vita", magari condividendolo con persone con le quali c'è una certa comunione d'intenti!
Io sono una free-lance: sono diplomata al Liceo Linguistico e laureata in Scienze della Comunicazione; professionalmente nasco come giornalista, esperta in comunicazione, formazione, mediazione linguistico-culturale, editing, marketing, pr, organizzazione eventi, fund raising (inclusa europrogettazione) e debbo misurarmi quotidianamente con pro e contro della cosiddetta "flessibilità", ma non rinuncio alla gratificazione di essere "ambasciatrice" della cultura italiana (di cui la lingua è forse la più alta espressione) presso altri popoli.
Per la tua nuova attività ti consiglierei di costituire un'associazione culturale, abbastanza gestibile dal punto di vista amministrativo e tutto sommato poco impegnativa da quello degli investimenti...inoltre, essendo una realtà del Terzo Settore (non-profit) puoi accedere a tutta una serie di sgravi fiscali e finanziamenti pubblici.
Insomma può essere una sorta di rete di protezione, facendoti da cuscinetto per i primi tempi.
Se poi, come ti auguro, la cosa dovesse crescere sensibilmente, potrai sempre pensare a costituire una cooperativa, una via di mezzo tra il mondo non profit e quello for profit, che ti permetterebbe di ampliare ulteriormente il tuo raggio d'azione (partecipazione a bandi di un certo rilievo, partneriati, gare di appalto, etc.).
Attenzione a quando redigi lo statuto: cerca di essere onnicomprensiva, nel senso d'indicare tutte le possibili attività che sai di voler/poter svolgere (know-how necessari), poichè per legge un'associazione non deve intraprendere iniziative non esplicitamente indicate nello statuto (eventuali integrazioni vanno apportate dinanzi al notaio, con ulteriore esborso a tuo carico), in conflitto, quindi, con le finalità sociali.
Per adesso è tutto...se dovessi aver bisogno di altri consigli, suggerimenti, non esitare a contattarmi.
Un grosso in bocca al lupo!

Vania


Argomento completo:

 RSS Feed of thread

Sito realizzato grazie ad aiuto dello staff del Buenaventura, circolo culturale di Castelfranco Veneto
Visita informazioni su Meeting Internazionale Centri Culturali della rete Trans Europe Halles TEH organizzato dal Buenventura a Castelfranco