fiondiamoci in Svizzera!!! (Insegnamento Lingua Italiana)

Inviato da Daniela1, mercoledì, maggio 12, 2010, 18:18 (5156 giorni fa) @ matiroska

Certo, è un'alternativa per chi vorrebbe insegnare e non riesce a farlo in Italia a causa degli attuali tagli, ma forse non è tutto oro ciò che luccica.

Fare 28-32 ore di lezione settimanali, magari in classi di ragazzi maleducati e viziati, è una cosa che non riesco neppure a immaginarmi. D'altra parte se nessuno vuole più fare l'insegnante, un motivo ci sarà...

Io ne faccio 18, in classi di ragazzi mediamente problematici dal punto di vista disciplinare, non ho grossi problemi di gestione della classe, tuttavia a fine settimana non mi sento proprio fresca come una rosa.
Per non contare poi il lavoro di preparazione di lezioni e verifiche e la correzione di queste ultime che mi richiedono in media altre 3 ore nel pomeriggio. Poi ci sono consigli di classe ordinari e straordinari, colloqui con psicologi e specialisti, con gli alunni problematici e i genitori, riunioni di materia, progetti, commissioni, riunioni collegiali ecc..

A meno che non si lavori anche il fine settimana, non credo sia possibile, anche per un insegnante esperto, gestire 30 ore settimanali di lezione con tutti gli impegni che ne conseguono. Ma, dopo mesi, o anni, di lavoro non-stop, che qualità d'insegnamento può dare un docente>


Argomento completo:

 RSS Feed of thread

Sito realizzato grazie ad aiuto dello staff del Buenaventura, circolo culturale di Castelfranco Veneto
Visita informazioni su Meeting Internazionale Centri Culturali della rete Trans Europe Halles TEH organizzato dal Buenventura a Castelfranco .