Educatore o psicologo per ragazzo disabile (Lavoro all'estero)

Inviato da Mala, martedì, settembre 23, 2014, 11:49 (2563 giorni fa) @ Paolo B.

Che la spesa sia a carico della famiglia può di fatto dispiacere, e probabilmente fa emergere che anche in Francia sono carenti le facilitazioni e sovvenzioni statali per persone disabili.
Quello che non si può però far passare, permettimi la precisazione, è che una persona titolata, formata e altamente specializzata si debba vergognare o sentire un ladro se rivendica a gran voce la propria professionalità anche a livello salariale. Probabilmente le offerte al ribasso, oltre ad essere determinate dalla scarsità di mezzi in periodo di crisi, sono dovute anche alla sterminata presenza di individui senza titolo alcuno che si offrono per pochi euro all'ora e accettano qualsiasi somma buttandosi in un mondo lavorativo purtroppo con ancora scarse regolamentazioni.
Non discuto il caso in questione che può intenerire, ma un sistema generale di nulla valorizzazione delle competenze acquisite con tanto sforzo e di fatto disprezzate nel momento in cui si è disposti a pagare per esse una cifra che se non è da fame è quanto meno esigua.
Mi auguro che il ragazzo e la famiglia possa accedere ad un servizio statale che offra loro un insegnante/psicologo in gamba e che quest'ultimo venga pagato giustamente in proporzione alla sua professionalità.
Nel frattempo la ricerca di un servizio privato e a domicilio veramente professionale, a mio parere, ha altri costi.

» Scusa Mala, credo che tu abbia frainteso, si parlava del fatto che non
» esiste un prezzo non relativo a domanda e offerta, se non nel caso di
» salario minimo che per legge a seconda dei Lander e' circa 8 Euro 50.Che
» poi ci siano lavori pagati di piu' e' ovvio.Trovo sia giusto che gli
» educatori se vogliono cerchino i posti meglio pagati in Germania piuttosto
» che stare in Italia o andare in francia. Quello che trovo abbastanza
» seccante sono gli utenti che dicono non dovete accontentarvi, non dovete
» accettare, dovete chiedere di piu'... Ma un un lavoro in regola presso una
» famiglia, per 25 ore al mese circa a 17 Euro lordi a me non sembra male,
» tanto che viene fuori piu' o meno quanto prende un insegnante precario a
» tempo pieno in Italia. Se fossi superspecializzato nei metodi indicati
» dall'annuncio forse potrei permettermi di chiedere di piu'e chiederei
» all'inserzionista se e' disposto a apagre di piu' curriculum alla mano o
» cercherei altro lavoro: Ma mi sembra inutile fare una polemica con la
» famiglia di un ragazzo disabile che offre un lavoro decente e ha
» sottolineato che preferibilemnte cerca un educatore con esperienza in
» certi metodi, ma ovviamente prendera' quello che l'equilibrio
» richiesta-offerta rende possibile.


Argomento completo:

 RSS Feed of thread

Sito realizzato grazie ad aiuto dello staff del Buenaventura, circolo culturale di Castelfranco Veneto
Visita informazioni su Meeting Internazionale Centri Culturali della rete Trans Europe Halles TEH organizzato dal Buenventura a Castelfranco