Educatore o psicologo per ragazzo disabile (Lavoro all'estero)

Inviato da Elena Castellari, mercoledì, settembre 24, 2014, 20:38 (2550 giorni fa) @ Forbestr

Continuavo a chiedermi infatti come mi il Signor Paolo B. continuasse ad usare il femminile! Forse perche' la stragrande maggioranza del corpo docente e' composta da donne>> In ogni caso, almeno a mio avviso, Forbestr non ha offeso nessuno, ha solo espresso il suo punto di vista. E poi il dibattito e'nato da un tipo di lavoro molto specializzato, cosa c'entra adesso parlare dell'insegnanmento in generale>> E allora il papa' di questo ragazzo cosa fa, quando lo porta dal medico gli chiede lo sconto>> Non credo proprio! Io,come gia' detto,sono completamente d'accordo con Forbestr. Il problema del costo totale per la famiglia a causa di una disabilita' del genere purtroppo non c'entra con il sacrosanto principio che il lavoro si deve (dovrebbe) pagare. Il sistema sanitario nazionale si dovrebbe far carico di almeno parte del salario del lavoratore specializzato, se non di tutto. Ma questo e' davvero un altro discorso. Ovviamente mi dispiace per la famiglia.

Elena


Argomento completo:

 RSS Feed of thread

Sito realizzato grazie ad aiuto dello staff del Buenaventura, circolo culturale di Castelfranco Veneto
Visita informazioni su Meeting Internazionale Centri Culturali della rete Trans Europe Halles TEH organizzato dal Buenventura a Castelfranco